Meccanismo d'azione dell'mRNA

Qual è l’azione del vaccino COMIRNATY®?

  • Il vaccino di BioNTech contiene mRNA sintetico, una copia prodotta sinteticamente di una sezione del patrimonio genetico della SARS-CoV-2.
  • Il vaccino non contiene virus biologicamente attivi o parti di virus infettive e non può causare un’infezione.
  • Il vaccino contiene semplicemente una copia del progetto per assemblare una proteina non infettiva dell'involucro virale (proteina spike). Questa copia del progetto è l'acido ribonucleico messaggero (mRNA). Anche questo non è infettivo. Con il suo aiuto, il corpo stesso può produrre la proteina spike non infettiva. Usando questa proteina, il corpo può sviluppare una risposta immunitaria attraverso anticorpi e cellule di memoria contro la SARS-CoV-2.

Il ruolo dell'mRNA nel corpo umano


L'mRNA è presente naturalmente nelle nostre cellule e svolge un compito specifico nel corpo umano.

Per semplicità si può dire che ogni mRNA endogeno è una copia di una determinata porzione di patrimonio genetico. Questo serve anche come copia di trasporto dei progetti relativi alle proteine e porta le informazioni necessarie dal nucleo della cellula alle fabbriche delle proteine (ribosomi) nella cellula.
 

In particolare, le cose stanno in questo modo:
 

Quasi tutte le cellule del nostro corpo hanno un nucleo. L'acido desossiribonucleico (materiale genetico), cioè il DNA, è presente ovunque. Contiene tutte le informazioni sulla struttura e la funzione del nostro corpo, compreso il progetto per la produzione di proteine. Per produrre proteine, tuttavia, l'informazione dal DNA deve prima essere tradotta in una versione mobile del progetto proteico, l'mRNA. Le proteine hanno molte funzioni nel corpo. Tra le altre, sono necessarie per produrre nuove cellule. I muscoli, le ossa o i capelli sono costituiti principalmente da proteine.
 

Se il nostro corpo produce proteine, ciò avviene in base alle fasi illustrate di seguito:

Una cellula è composta, tra l'altro, dal nucleo, dai ribosomi (le cosiddette fabbriche delle proteine), dal citosol (acqua cellulare) e dalla membrana cellulare (involucro cellulare).
 

Un ribosoma può leggere l'mRNA, cioè la copia delle informazioni dal DNA. Il ribosoma usa queste istruzioni per produrre le proteine.

Il DNA si trova nel nucleo della cellula.
 

Per produrre le proteine, il corpo ha bisogno prima di tutto di un progetto. L'informazione corrispondente al progetto si trova sul DNA nel nucleo cellulare.

Viene copiata la sezione di un filamento di DNA che contiene questa informazione.

L'informazione proteica del DNA viene trascritta in una copia di RNA, il cosiddetto mRNA: m sta per messenger cioè messaggero, mRNA sta per acido ribonucleico messaggero.

Le informazioni sulla proteina da costruire vengono trasferite come mRNA dal nucleo della cellula al citosol, l'acqua cellulare.
 

Così, l'mRNA migra dal sito di origine, il nucleo, al sito di produzione delle proteine, i ribosomi.

L'informazione della copia del progetto, cioè l'mRNA, viene riconosciuta e tradotta dal ribosoma in catene proteiche corrispondenti.
 

In questo modo, il corpo umano produce le proprie proteine corporee.

Infine, l'mRNA viene scisso e degradato. I singoli componenti del precedente mRNA sono ora di nuovo disponibili in modo che il corpo possa formare un nuovo mRNA.

Il ruolo dell'mRNA del vaccino

 

Il vaccino a mRNA fornisce al corpo un progetto per produrre una specifica proteina virale non infettiva estranea al corpo.

 

Questa proteina appuntita si trova anche sulla superficie del nuovo coronavirus. Viene chiamata proteina spike a causa del suo aspetto.

 

Questa proteina quindi non è contenuta nel vaccino stesso, bensì si forma nelle cellule dell’organismo solo dopo la vaccinazione. Questo stimola la risposta del sistema immunitario. Dà luogo alla formazione di cellule della memoria e anticorpi diretti contro la proteina virale, e quindi contro la SARS-CoV-2.

 

La proteina virale prodotta dal corpo non è infettiva. Tuttavia, la proteina è caratteristica della SARS-CoV-2. Pertanto, la presenza di questa parte dell'involucro virale è sufficiente per attivare il sistema immunitario e stabilire una protezione vaccinale anti COVID-19.

Dopo la vaccinazione, l'mRNA entra nella cellula dall'esterno. Si sposta direttamente nell'acqua cellulare fino al ribosoma, la cosiddetta fabbrica delle proteine. Non entra nel nucleo.

L'mRNA arriva fino al ribosoma, la fabbrica delle proteine.

Viene letto dal ribosoma e tradotto in catene proteiche.

Le catene proteiche vengono trasformate nella proteina spike finita. Queste proteine appuntite (spike), che si trovano anche sulla superficie del nuovo coronavirus, sono chiamate così per il loro aspetto. Nella fase successiva, le proteine spike vengono trasportate fuori dalla cellula.

A questo punto, il sistema immunitario reagisce alla proteina spike estranea con una risposta immunitaria, cioè con anticorpi specifici e cellule della memoria contro il nuovo coronavirus. Gli anticorpi sono molecole proteiche che formano cellule immunitarie contro i patogeni, mentre le cellule della memoria sono la memoria del sistema immunitario quando viene a contatto per la prima volta con i patogeni. In caso di infezione con il nuovo coronavirus, il sistema immunitario della persona vaccinata riesce di norma a reagire rapidamente e prevenire l'infezione.

La vaccinazione può quindi fornire, nella maggior parte degli individui vaccinati, una protezione efficace anti COVID-19.

L'mRNA in breve


L'mRNA endogeno e quello sintetico hanno diversi siti di origine. Tuttavia, entrambe le forme di mRNA hanno il compito di utilizzare le proprie informazioni per permettere la costruzione di una proteina.

  mRNA endogeno mRNA vaccinale
Origine Naturale; originato dal DNA nel nucleo della cellula Sintetico; in laboratorio come copia di un modello di DNA
Trasporto
Dal nucleo della cellula al citoplasma
Raggiunge il citoplasma dall'esterno della cellula attraverso la vaccinazione senza accedere al nucleo cellulare
Funktion Progetto della proteina che viene letto dal ribosoma Progetto della proteina che viene letto dal ribosoma
Obiettivo Produzione da parte del ribosoma della proteina in base al progetto e successiva degradazione dell'mRNA Produzione da parte del ribosoma della proteina in base al progetto e successiva degradazione dell'mRNA

Sono necessarie 2 vaccinazioni:

La vaccinazione viene somministrata come 2 dosi consecutive. Si raccomanda di somministrare la 2a dose 3 settimane dopo la 1a dose. La migliore protezione vaccinale possibile può essere prevista a partire da 7 giorni dopo la seconda dose del vaccino.